On. Alfredo Pallone

Ansa Politica:

UE UNITA ANCHE PER I MUTUI

on pallone 4"L'approvazione della Direttiva sui mutui ipotecari disciplina per la prima volta e in maniera uniforme il mercato a livello europeo. Il lavoro portato avanti in questi mesi ha voluto mettere insieme esigenze di banche e consumatori affinché non siano più rivali nel mercato creditizio, ma partner fedeli" – osserva Alfredo Pallone, europarlamentare del Pdl/Ppe e membro della Commissione Econ, a conclusione della sessione plenaria a Strasburgo.

"In Italia abbiamo i mutui più cari d'Europa, come hanno rilevato recentemente i dati forniti da Eurotower. Peggio di noi, solo la Spagna e il Portogallo. Abbiamo un tasso medio di interesse 66 punti più caro rispetto a quello dell'Area Euro e ciò ha significato solo nell'ultimo anno un calo dell'1% per i prestiti alle famiglie e un crollo delle vendite immobiliari con i pesanti risvolti che tutti conosciamo sul mercato edilizio".

"Gli emendamenti proposti dal Ppe, di cui sono stato correlatore, e quelli concordati con gli altri gruppi politici hanno permesso invece di procedere all'unisono e in maniera spedita ad una vera e propria deregulation sul mercato creditizio, prediligendo qualità a quantità e scongiurando i pericoli di una possibile bolla immobiliare come quella del 2008".

"Certamente decisive anche le varie negoziazioni con il Consiglio e la Commissione europea. Nel dettaglio la Direttiva armonizza tutte le informazioni precontrattuali attraverso un foglio standardizzato per i consumatori, il creditore potrà estinguere il mutuo in anticipo ma lo Stato membro dovrà decidere il compenso corrispettivo per non far gravare i costi di questa scelta sugli altri creditori, sulla valutazione del merito per ottenere il mutuo sono stati evitati meccanismi automatici, prediligendo il rapporto fiduciario tra banca e cliente, è stato introdotto un periodo di riflessione di 7 giorni ante e post contratto, è stata chiesta una regolamentazione seria degli intermediari creditizi. Esclusi da queste norme, i mutui sociali e quelli concessi a categorie protette".

"Poiché il 23% circa delle famiglie dell'Eurozona ha in essere un prestito ipotecario e il mutuo in sé rappresenta l'82% circa del totale dei debiti dell'Area Euro, era davvero necessario intervenire con questa Direttiva che contiamo possa avere effeti benefici anche sul potere d'acquisto delle famiglie italiane. In particolare mi sono adoperato affinché fosse approvata una maggiore disciplina delle banche nell'interesse dei consumatori e introdotto il divieto a pratiche di tying. Sono stati infine disciplinati i finanziamenti a tasso variabile che, in particolare in Italia, sono particolarmente utilizzati e i prestiti in valuta estera. L'obiettivo che abbiamo voluto centrare e i cui effetti vedremo da qui ai prossimi sei mesi, è stato quello di porre le basi per avere mercati più flessibili, affidabili e lontani da speculazioni finanziarie".

Parlement européen

Bât. Altiero Spinelli
  • 09E261
  • 60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
  • B-1047 Bruxelles/Brussel
  • Tel. : +32 (0)2 28 47252
  • Fax : +32 (0)2 28 49252
    Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Parlement européen

Bât. Louise Weiss
  • T10059
  • 1, avenue du Président Robert Schuman
  • CS 91024
  • F-67070 Strasbourg Cedex
  • Tel. : +33 (0)3 88 1 77252
  • Fax : +33 (0)3 88 1 79252

    Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Segreteria Italia

  • Viale Mazzini 224
  • 03100 Frosinone
  • Tel. : 0775.250909
  • Fax : 0775.250909
  • E Mail : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2012 On. ALFREDO PALLONE - Parlamentare Europeo. Tutti i diritti riservati.

Login or Register

LOG IN